La retta via passa per GubbioNel mezzo del cammin di nostra vita.....

E' d'obbligo vedere e vivere almeno una volta la gloriosa e straordinaria festa dei ceri di Gubbio.

___________________________________


Registrati per avere la nostra mail:

@treceri.com

registrati e noi ti forniremo gratuitamente la mail della festa più bella del mondo. Ricordati non sei di Gubbio e non ami la festa se non hai la mail @treceri.com

Ti offriamo:
- mail@treceri.com
- 1 gb di spazio mail
- antivirus e antispam
- pannello di controllo on-line


Ristoranti
Itinerari




Benvenuti alla festa Folkloristica più 

      bella e antica del mondo

Chi viene a Gubbio non può non rimanere affascinato dal fantastico scenario che gli si presenta davanti, una moltitudine di colline in successione e il verde lussureggiante delle vallate riempie l'occhio e l'animo del viaggiatore. 

Una terra quella di Gubbio piena di storia, fatta di santi, eroi e grandi uomini dalle altrettanto grandi gesta.

Sulla collina centrale, quella ai cui piedi sorge "la città di pietra", in vetta a quella collina si erge splendida e ben arroccata la basilica di Sant'Ubaldo, patrono della città. 

Gubbio, ove ogni anno diverse feste folkloristiche si susseguono piene di fascino l'una all'altra, come una routine di fantastiche emozioni. eccone alcune:

- Il venerdì santo con la processione del Cristo Morto, ove il famoso miserere accompagna il corpo di Gesù nostro signore e della vergine Maria addolorata in una suggestiva processione per le vie della città

- Il palio della Balestra nell'eterna sfida con San Sepolcro, che si svolge a colpi di veretta l'ultima domenica di maggio e per il palio dei quartieri il 14 di maggio, ove i quattro quartieri in cui Gubbio è divisa si fronteggiano per decretare chi tra loro è il più abile nell'uso della balestra.

- Per ultimo ma il primo in ordine di importanza è la Festa dei Ceri, fantastica in tutte le sue componenti, unica in tutte le sue emozioni, chi vede e vive questa festa imprime nel proprio cuore immagini e sensazioni che difficilmente potrà mai dimenticare e cancellare. In questa festa è nascosto tutto il senso della vita, delle tradizioni e della passione.


Wikipedia recita:

La tradizione vuole che sia una festa religiosa cattolica in onore di sant'Ubaldo Baldassini, vescovo e patrono di Gubbio, che morì nel 1160, e sarebbe il frutto della trasformazione di un'originaria offerta di cera che le corporazioni medievali eugubine donavano al patrono.

Sei il Visitatore n° HitCounter Dillo ai tuoi amici su 

Site Map